Cerca

Papa Francesco e i matrimoni "gay"

Trovo sciocco il comportamento di chi sussulta ad ogni fremito di Papa Francesco,volgendolo "pro domo sua". Come la penultima "Chi sono io per giudicare i gay ?",che dimostra "modernità" solo perchè il Papa così chiama quei nostri fratelli peccatori. Infatti,la difesa della famiglia,"Maschio e femmina Iddio li creò",fa parte della dottrina cattolica e non c'è barba di Papa che possa cambiare alcunchè. Infatti,mica la citata dottrina è riformabile come la nostra Costituzione. C'è chi crede che la Chiesa di Pio XII come quella di Benedetto XVI sia stata vecchia,chiusa,e bigotta. Papa Francesco,esattamente come i suoi predecessori (defunti o dimissionari) insiste su un particolare che sfugge a quasi tutti : il pentimento,con conseguente cambio di vita. Altro che approvazione di matrimoni e adozioni tra gay,sogno di chi vorrebbe vedere le nozze omosex in Vaticano e il Gay Pride celebrato nella Cappella Sistina....

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog