Cerca

LE MENZOGNE DEL SINDACO LEOLUCA ORLANDO SUI RIFIUTI MENTRE PALERMO BRUCIA

egregio direttore si segnala quanto segue: Roghi e discariche, è ancora emergenza Continua l'emergenza rifiuti in città. Diversi quartieri continuano ad essere sommersi dai rifiuti. Dalla Rap arrivano rassicurazioni e la mappa degli interventi effettuati e di quelli ancora in itinere. A poche settimane dal passaggio da Amia a Rap, la città è di nuovo teatro dell'emergenza rifiuti. Mini discariche a cielo aperto, carreggiate e marciapiedi sepolti sotto cumuli di immonzia, sterpaglie ed escrementi: è questa l'ordinaria routine con cui si trova costretto a convivere il capoluogo siciliano. E sarebbe proprio il passaggio di consegne dalla vecchia Amia alla nuova società di igiene ambientale la causa dei ritardi legati alla raccolta. Ritardi che, oltre ai già citati problemi con le ditte di manutenzione, che in assenza di garanzie non hanno continuato a riparare gli autocompattatori, ma che nel pomeriggio di ieri hanno ricevuto tutte le rassicurazioni del caso dal sindaco Orlando sul pieno rispetto dei tempi di pagamento delle fatture da parte dell'azienda ed hanno ripreso a fornire i propri servizi, sarebbero dovuti soprattutto alla mancanza di gasolio. L'assenza di combustibile ha infatti causato ingenti difficoltà bloccando i mezzi nell'autoparco. I problemi però, a detta della Rap, sarebbero ormai quasi del tutto risolti. Proprio questa mattina, nel corso di un incontro del nuovo presidente Sergio Marino con i rappresentanti dell'azienda che fornisce il gasolio, sarebbe stata assicurata la prosecuzione del servizio. Nonostante l'invio di quattro pale meccaniche e il via agli interventi straordinari in periferia, però, i palermitani continuano a fare i conti con strade infestate dalla spazzatura. Il degrado si staglia indisturbato sotto gli occhi curiosi dei numerosi turisti che con la bella stagione affollano la città. E, per ultimo, non mancano neppure i roghi: decine, in questi giorni, i cassonetti dati alle fiamme da cittadini esasperati per la mancata raccolta e per la situazione ormai invivibile dei vari quartieri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog