Cerca

Risposta alla risposta del Sig.Roberto

Senta qua. per mia fortuna mai ebbi a che fare con la cosiddetta "Giustizia". Salvo una decina d'anni fa (c'era già in giro il Berlusca) ebbi,mio malgrado,a testimoniare durante una causa di alcuni miei cugini a seguito di una eredità. L'eredità consisteva in un...gabinetto angusto in una casa di campagna del Casertano,che colà (ignoro ove lei risieda...) si chiamano MASSERIE. La causa era già iniziata parecchi anni prima e terminò,credo,l'anno scorso per morte di alcuni contendenti e sfinimento di altri (credo sia durata 25 anni o giù di lì) senza vincitori e vinti. Entrai in aula,a sinistra c'era l'avvocato di una delle parti,davanti a me il Giudice,a destra tre o quattro avvocatesse che facevano "esperienza". Alcune erano avvenenti,con scollature da leccarsi i baffi,altre se ne stavano lì tranquilline tranquilline,neppur tanto appariscenti. Chi crede mi abbia rivolto le domande di rito ? Il Giudice ? Figurarsi,lo ha fatto l'avvocato alla mia sinistra. Perchè il giudice,molto intento a sbirciare in quelle scollature,aveva un gran da fare a criticare (già,si vede che aveva capito che quello se avesse potuto,gli ...avrebbe limitato le ferie) Berlusconi con termini nient'affatto giudiziali,diciamo pure "da vascio puorto",ossia da scaricatori di porto,CAPISCE,caro Sior Roberto ?. Ecco,la mia unica esperienza in quel campo (spero continui ad essere UNICA) non mi induce ad avere gran stima di una certa serie di Magistrati. Poi,s'intende ci sono stati i Falcone e i Borsellino,ma lì,siamo in altra galassia. L'esposito Antonio,secondo lei,in quale galassia respira ? (anche a seguito delle ultime "sbirulinate" del citato Dottore in Legge...) Salutissimi,SGUBBUN

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog