Cerca

Le anfore romane e i "Tauti" preromani

L’ennesima perquisizione dei Carabinieri a “Villa Ninina”, l’abitazione dell’ex ministro Claudio Scajola, tra gli ulivi della collina di Oneglia (Im) è stata la volontà di accertare la provenienza di un’anfora romana sospetta che riposa a bordo piscina nel parco di via Diano Calderina. In Italia,quando uno (in particolar modo se aggregato a qualcosa di destra) comincia "indagato",tale finisce,quando gli va bene,perchè quando gli va male finisce carcerato. Nelle campagne del Napoletano ogni famiglia,anche la più proletaria,possiede sull'aia della masseria un "tauto" che come si evince dal termine spagnolo "ataud" è quel che rimane di una tomba di epoca romana,come le anfore di casa Scajola. Rigorosamente da dichiarare,così come...le tartarughe. Eppure nessun CC,nessuna GdF,nessuna Agenzia delle Entrate-Uscite si sogna mai di visitarla,quell'aia,e contestare l'illecito. Chissà poi perchè...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog