Cerca

IL CASO DEL PRESIDENTE DELLA SEZIONE FERIALE DELLA CASSAZIONE ANTONIO ESPOSITO RIMANDA ALLA GRAVISSI

La riservatezza dei giudici dovrebbe essere la regola .Ancor più in giudici di Cassazione. Allora ci si potrebbe domandare perché il giudice Antonio Esposito abbia contravvenuto a questa regola deontologica . A mio avviso, una semplice motivazione è all'origine di questo scivolone, giudicato INOPPORTUNO da tutti. IL SENSO(DELIRIO) DI ONNIPOTENZA è l'unica spiegazione a questo comportamento irresponsabile, cioè il voler dire "COMANDO IO E FACCIO QUELLO CHE VOGLIO IN BARBA A TUTTI E A TUTTO.SONO(SIAMO)ONNIPOTENTE(I)". Questa, piaccia o no, è l'unica spiegazione a tale comportamento irresponsabile. Allora ritorna in ballo il POTERE GIUDIZIARIO, che POTERE NON E', perché non è stato DELEGATO DAL POPOLO, che rappresenta l'unico potere in una DEMOCRAZIA, ma si comporta come un potere, SENZA IL CONTROLLO DEL POPOLO SOVRANO. Nessuno parla mai di questo ma gli effetti di questa ANOMALI ricadono sui cittadini. Anche coloro che parlano di diritti umani e civili non parlano e non fanno nulla per superare questa situazione. NESSUNA FORZA POLITICA FA NIENTE ma ognuno si accorge DI QUESTA GRAVISSIMA ANOMALIA solo quando sperimenta sulla propria pelle cosa significa avere a che fare con l'ONNIPOTENZA DELLA MAGISTRATURA

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog