Cerca

Ordinaria ottusa burocrazia per rinnovo patente

Ordinaria burocrazia: rinnovo della patente di guida Breve memoria di un confronto con l’Amministrazione dello Stato, anche a beneficio degli utenti interessati alle medesime tematiche. Mi scade la patente di guida il 27 luglio 2013, per cui mi sottopongo il 13 luglio 2013 alla rituale visita medica che risulta positiva. Mi viene detto che avrò a brevissimo tempo, per posta, il "bollino" di convalida della proroga da apporre sulla patente e che posso guidare anche dopo la scadenza del 27 luglio 2013 a patto di portare con me il certificato medico rilasciatomi. Ieri, 6 agosto 2013 (ed ancora nessun "bollino" ricevuto) interpello l’Ambasciata della Croazia e il nostro Ministero degli Esteri per sapere se posso regolarmente guidare in Croazia (dove vorrei andare in vacanza) con patente formalmente scaduta ma con allegato certificato medico positivo. L’ambasciata Croata, dopo solo 1 ora, mi risponde cortesemente che non posso. Il Ministero italiano, stamattina (ci avranno dovuto pensare a lungo) mi dice che è corretta la nota dei gentili Croati; mi trasmette la Circolare del Ministero dei Trasporti n. 6878 del 9/3/2012; mi precisa che nessun Italiano è abilitato a guidare all’estero con patente non rinnovata anche se muniti del positivo certificato medico (e perché non avvertire di ciò gli utenti al momento della visita di rinnovo?); che la difficoltà nello spedirmi il bollino è dovuta alla crisi economica (per cui sicuramente avranno pure ridotto gli emolumenti dei Dirigenti dei Ministeri interessati …); che se ho urgenza potrei ricorrere ad un duplicato della patente; che in tal caso, sebbene ciò sia dovuto soltanto ad inadempienze degli Uffici Statali, i costi sono addossati all’utente. Mi sembra di notare un cumulo di irregolarità ed illegittimità in quello che mi dice il Ministero. Farò il duplicato (se mi verrà assicurato il suo rilascio in tempi brevi) ma richiederò il risarcimento dei costi e del fastidio al Ministero. Una domanda ulteriore: le Associazioni dei Consumatori, oltre che presenziare elegantemente e carinamente i talk show, e ricevere privilegi dallo Stato, che cacchio fanno? Cordialmente Vincenzo DELLI COLLI CASTROCIELO (FR)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog