Cerca

La Palermo che affoga fra gli inutili blabla del sedicente sindaco leoluca orlando

La città coperta di rifiuti, il balletto di giustificazioni sui giornali e la nostra vergogna. Che pretende risposte sul campo surreale il modo in cui questa storia dell’immondizia che invade le strade di Palermo vada in scena sui giornali, nei comunicati di solerti addetti stampa, nelle roboanti dichiarazioni di sindaco e assessori, di funzionari azzeccagarbugli pagati per giustificare l’ingiustificabile. Dall’Amia alla Rap non è cambiato niente. La città fa schifo, è questa l’unica incontrovertibile verità che qualcuno, ancora, cerca di mascherare col cerone di attenuanti che non siamo più disposti a concedere. Mettiamo il silenziatore a queste pallide giustificazioni, a questi burocrati che si dibattono tra un incontro sindacale, una pala meccanica guasta e un certificato di malattia che mette in crisi il sistema. Non vogliamo parole, vogliamo una Palermo dignitosa, una Palermo che non ci faccia vergognare davanti ai turisti che cercano di superare il fetore di cumuli ammassati da giorni col fazzoletto tappato in bocca. Pulite la città, è questo il maledetto lavoro per cui vi paghiamo. Per fare i fenomeni sui giornali, per i vostri inutili e comici blabla, per le vostre giustificazioni preconfezionate che mascherano incapacità e inadeguatezze, c’è sempre tempo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog