Cerca

L'Italia, il giudice Esposito e il Pianeta delle Scimmie

L'ironia su presunte somiglianze di persone ad animali è già stata sdoganata da molto tempo da presunti uomini di cultura o da certi filoni di stampa. Vedasi l'esempio del "Caimano" sbeffeggiato a dismisura e su cui quel certo Nanni Moretti ci ha fatto pure un film. Oppure i numerosi oltraggi sulla statura del "Nanetto malefico" Brunetta, ridicolizzato tanto da farlo diventare un gigante consapevole ma involontario di pesante satira. Per non dire di quelle donne capaci, a volte anche belle, addittate come meretrici solo perchè hanno posizionato la loro patata dalla parte avversa. Anche Esposito ha qualcosa di grottesco, di ancestrale a ben guardarlo in faccia. Non è solo un problema di lingua. Ma poi, in fin dei conti, l'Italia pare sempre più, giorno dopo giorno, il Paese delle Scimmie, basta farsi un giro a piedi... nudi, perchè tra un po' ci ruberanno pure le scarpe e dove tra qualche anno per comunicare ci si potrà esprimere a grugniti. Risparmieremo così pesante insinuazioni sul prestigioso quanto antico dialetto napoletano. Un caloroso saluto... africano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog