Cerca

LINGUA NAPOLETANA

In relazione alla lettera del signor Antonio Petillo di Napoli, osservo che, molte volte, "Libero" ha scivolate un po' razziste, tanto da sembrare "Occupato" anzichè libero. E lo dico da abitante del profondo nord, nordista per ius sanguinis, imbottito di polenta (tanto da non passare per il solito "terun" offeso dall'ironia di qualche giornalista spiritoso). Amo tutte le regioni italiane, la mia come tutte quelle del sud d'Italia, che ho potuto visitare e apprezzare, e condivido pienamente le considerazioni espresse dal signor Petillo sulla lingua napoletana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog