Cerca

L' incremento dell’ IVA non porta maggiori entrate nelle casse dello stato.

In parlamento, fra mille difficoltà, procedono i lavori per la conversione in legge del decreto lavoro. Che prevede, fra l' altro, anche il rinvio dell’aumento dell’Iva al prossimo primo ottobre. A mio avviso detto aumento non dovrebbe essere rinviato ma semplicemente eliminato. E’ poco probabile che un incremento dell’ IVA porti maggiori entrate nelle casse dello stato. Anzi può accadere proprio il contrario: una diminuzione dei consumi con la conseguente diminuzione della base imponibile potrebbe determinare una ulteriore diminuzione degli incassi . Inoltre detto aumento potrebbe favorire anche l’evasione già a livelli intollerabili. La Corte dei Conti rileva che nel 2011 le casse dello stato hanno subito una perdita annua, per evasione, dell'ordine di circa 46 miliardi del gettito per mancato pagamento dell’ IVA. La strada da percorrere è diversa. Bisogna ridurre le tasse e combattere l’evasione , specialmente ora che si incomincia ad intravedere un piccola luce in fondo al tunnel della crisi. I dati comunicati dalla Corte dei Conti ci devono far riflettere. Angelo Ciarlo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog