Cerca

E’ iniziata la campagna elettorale .

Egregio Direttore, la condanna di Berlusconi ha aperto la nuova campagna elettorale. Tutti pronti a mettere i bastoni fra le ruote del governo Letta, per farlo cadere al più presto. Qualcuno a suggerire al Presidente della Repubblica di dare le dimissioni così che un nuovo presidente possa attivare il semaforo verde alla nuova tornata elettorale. Tutto nasce, a mio avviso, dal calcolo politico che la prossima mandata elettorale possa consentire ai vari partiti (che ormai rappresentano la minoranza del paese) di guadagnare quelle misere percentuali di voti, che si spera arrivino dalla disgregazione del centrodestra. La disoccupazione crescente, la recessione che morde senza sosta, il debito pubblico che continua a salire senza più alcun controllo, la spesa pubblica che , nonostante i patti di stabilità, continua la tendenza ad ingrossarsi, le riforme urgenti di cui ha bisogno il Paese, l’assenza di politiche energetiche ed industriali, sono tutte quisquilie per i nostri politici , nessuno escluso. Anche i nuovi arrivati hanno imparato subito la lezione del perdere tempo e denaro (vedasi visita in Kazakistan, alla moglie di un ricercato internazionale , da parte di ben cinque rappresentanti del movimento cinque stelle ). Sembra che di colpo tutti i nostri problemi non esistano più. Tutti aspirano a staccare la spina al più presto al Governo del Presidente per cercare di acquisire quel zero virgola niente in più e poter gridare vittoria, Quale vittoria? Quella di aver seppellito per sempre il nostro paese! Giovanni Ridinò

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog