Cerca

I Falchi ed i Colombi

Afose domeniche d’ estate funestate dalle profezie dei falchi politologi. Non ci stanno risparmiando un week end senza catastrofiche predizioni: caduta del governo, crollo dell’ economia, serrande abbassate, sanguinose rivoluzioni. E’ la solita vecchia tecnica delle minoranze politiche, le quali, non avendo argomenti propositivi o soluzioni, cercano di terrorizzare le masse con scenari apocalittici causati da una scellerata maggioranza incapace di governare. Dopo le ferie, secondo questi “Falchi Lodolai” ci aspetta un autunno infuocato con impavidi guerrieri, armati di stelle roteanti, pronti a scendere in piazza. Cari “Falchi iettatori” non ci spaventate perche’ gli italiani non sono sovversivi, non hanno mai fatto una rivoluzione. L’ itallia nacque per gentile concessione dei francesi e degli inglesi che scortarono i garibaldini fino a Teano, mentre le legazioni del centro-nord stipulavano pacifiche annessioni. La solidarieta’, il senso dello stato, la coesione sociale, sono sentimenti che non appartengono a questo popolo. Troppo maturi per una rivoluzione come quella francese 1789 e troppo acerbi per una manifestazione di democrazia diretta come quella egiziana 2013 (18 milioni in piazza). Siamo un paese “pizza e mandolino” dove 20 anni di guerre politiche hanno prodotto solo un governo di “larghe intese”. Sono talmente larghe queste intese che una coppia di colombini ricopre 2 incarichi istituzionali: Lei di destra, ministro dell’ agricoltura e Lui di sinistra, presidente di commissione bilancio. A proposito, caro Direttore, mi tolga una curiosita’, ma quando Nunzia Di Girolamo e Franco Boccia la sera vanno a letto, secondo Lei , si confrontano sulle dottrine liberaliste di Stuart Mill e su quelle comuniste di Marx, oppure, prima di addormentarsi, invece del segno della croce, fanno il gesto dell’ ombrello esclamando : Tiè !!!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog