Cerca

LINGUA NAPOLETANA (a tutti gli offesi)

Egr. Direttore questa questione della offesa della lingua napoletana è tanto pretestuosa quanto inesistente, per due ragioni principalmente, prima non si è trattato di una conversazione privata bensì una intervista liberamente rilasciata con una sua finalità, seconda l'intervento di Libero è rivolto al merito della questione (laddove dite di non voler entrare). Quel signore non è un attore della commedia napoletana, non stava recitando un testo dei De Filippo, ma è (o dovrebbe essere un alto magistrato della Repubblica Italiana) e quindi l'accento va posto proprio là sul merito, mentre l'ironia, che comunque è sempre lecita, è rivolta all'uomo non alla lingua. E qui voi fate una cosa, magari in buonafede, che però appare pretestuosa, cioè banalizzate il merito e ponete l'accento sull'offesa inesistente della lingua. E poi se permettete, tutti i dialetti e tutte le lingue di tutti i popoli hanno diritto a pari rispetto e dignità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog