Cerca

Cause ed effetti.

a proposito di leggi inutili come scrive oggi il dottor Giordano, in passato, ricordo che anche le donne furono protagoniste di efferati delitti: la contessa Pia Bellentani, Rina Ford, la saponificatrice di Reggio Emilia, tanto per ricordare le più clamorose. La stampa, giustamente e naturalmente, ne parlò ma senza i toni attuali, come quelli che la TV dedica alle previsioni meteorologiche. Considerando che la maggior parte dei delitti passionali e non avviene al Sud o tra cittadini di origine meridionale, sarebbe opportuna che la stampa qualificata facesse una ricerca sulle cause di tanta efferatezza. Come mai oggi esiste una recrudescenza delittuosa ma al maschile nei confronti del così detto sesso debole, mentre in passato, dai tre esempi ricordati, succedeva il contrario? Perché, oggi, il sesso forte dimostra tanta debolezza? L’omicidio, con il tradimento e la corruzione, è uno dei tre reati più gravi, almeno per me, che non dovrebbero essere risolti con la leggerezza delle sentenze attuali: niente riti abbreviati per chi si macchia di quei tre reati. Che cosa ne pensa il Crepet di turno o don Mazzi, senza dimenticare Erika e le “fanciulle” che assassinarono una suora a Colico?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog