Cerca

Legge Severino

Egregio Direttore, non le sembra che la Legge Severino sulla incandidabilità violi qualche articolo della Costituzione. Posso anche sbagliarmi, ma il limite dei 4 anni non viola il principio dell'uguaglianza dei cittadini? Inoltre la Costituzione non dice che la pena detentiva è mirata alla rieducazione del condannato? Per quale motivo, chi ha scontato la propria pena detentiva, in mancanza di altre pene accessorie, perde i propri diritti civili? La Costituzione non dice che può essere eletto al Parlamento chiunque può votare alla rispettiva Camera di appartenenza, purché abbia compiuto 25 anni per la Camera dei Deputati e 40 anni per il Senato della Repubblica? Questo vuol dire, facciamo un esempio, che se io sono condannato a 4 anni di carcere, una volta scontata la pena, non posso più votare? Per quale motivo? Allora in mancanza dei diritti civili, quindi posso anche non pagare le tasse? Visto che non posso decidere chi deve gestirle? La ringrazio e spero di avere sue delucidazioni in merito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog