Cerca

un consiglio sommesso a Berlusconi

Caro Presidente, sono uno dei suoi, fin dalla prima ora. Di Lei ho sempre apprezzato le idee, ma soprattutto la forza e l’ardore con cui le propugnava. Ogni volta che sento un suo discorso ne esco sempre piu’ motivato di prima, pronto a seguirla nella battaglia. Non ho mai avuto dubbi che questa sua dote sia stato l’elemento essenziale del suo grande successo , prima ancora nel campo privato che in quello politico. Vengo al dunque: non baratti alcunchè con la sua storia, prima ancora che con la sua coscienza. Noi lo sappiamo benissimo che Lei e’ innocente, e non da ieri, ma almeno da 20 anni. Si dice che la legge è uguale per tutti: magari !! E’ evidente che per Lei cio’ non vale. Quindi, in definitiva, non chieda la grazia, anche a costo di un anno di galera. Si giochi l’unico asso che ha in mano come elemento di ricatto contro i “suoi” alleati di Governo, dicendo loro: o me o il Governo ! Pronto poi, se veramente venisse votata la sua incandidabilità a stare al Parlamento, a farlo cadere subitamente. Se arrivassimo a questo punto sono dell’opinione che i mercati finanziari temerebbero di piu’ un nuovo governo Letta-Grillo che nuove elezioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog