Cerca

Leggi speciali "estive"

Vittorio Feltri ha scritto sul Giornale: " Se io picchio mia moglie, la giustizia mi co­stringe a uscire di casa per evi­tare la reiterazione del reato. Ma se è mia moglie a picchiare me, che succede? Zero. Mi prendo le botte poiché la legge non mi tutela. Un po’ come si voleva fare con i gay. Insultare un omosessuale non si può, giusto; insultare un eteroses­suale sarà pure sbagliato, ma insomma, non è il caso di esa­gerare con le punizioni" . Chi dice che i politici di turno non ascoltano quel che scrivono i giornalisti ha torto. Infatti il portovoce del Gay Center Fabrizio Marrazzo esterna : "la politica smetta di giocare sulla pelle dei gay,il presidente Letta approvi d’urgenza un decreto serio contro l’omofobia". E il vicesindaco della Capitale, Luigi Nieri,di rinforzo : " Non c’è più tempo da perdere: è urgente una rivoluzione culturale su questi temi, la vita di tanti giovani fragili è anche nelle nostre mani". Va a finire che tra leggi speciali,licenziate come il femminicidio,o da licenziare (omofobia,transfobia) e la necessità di dimostrare al popolo "sovrano" che il Parlamento decide cose di estrema importanza per lui,lo stesso quest'anno salterà le ferie...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog