Cerca

"Del sonno e della moralità"

Caro Direttore: Esiste un'altra dimensione oltre a quelle conosciute, senza limiti come l'infinito, senza tempo come l'eternità, è la dimensione dell'immaginazione e del sogno, una dimensione che si trova sempre ai confini della realtà. Noi sprechiamo un terzo del nostro tempo per dormire e questo è normale dato che lo facciamo da sempre, ma questo tempo non è perduto, in realtà serve a "resettare" le nostre funzioni cerebrali, come ad esempio si fa con un computer "affaticato" dal troppo utilizzo. Ecco allora che il signor Rossi ogni sera alla stessa ora spegne la luce e si addormenta. Se il signor Rossi ha la coscienza pulita si addormenterà presto e sognerà prati verdi, fiori, aurore boreali, l'impiegata che gli piace tanto, cerbiatti e giraffe che brucano mansueti, una spiaggia dorata baciata da un mare verde argentato sotto un cielo azzurro pastello. Ma se il signor Rossi è un farabutto, maligno, ladro e oppressore dei deboli, la sua coscienza di notte lo tormenterà, affioreranno i mostri del subcosciente, sangue, demoni paurosi e gli incubi peggiori lo aggrediranno finche avrà respiro. Quando poi ci sarà il giudizio universale ed ognuno di noi aprirà il diario della sua vita è possibile che questi sogni diverranno realtà, così qualcuno sarà premiato e altri puniti. Ora vorrei rivolgermi ai nostri politici, vorrei che smettessero di prendere sonniferi e tranquillanti perché non dormono la notte. Risolvete il problema alla radice, diventate altruisti, ripulite le vostre luride coscienze con l'acqua dell'onestà, l'acqua dell'equità e della saggezza, smettete di parlare a vanvera di amore e solidarietà, ma metteteli in pratica per il bene collettivo e anche vostro personale, questo vi aiuterà a passare tra le fila delle persone oneste, così finalmente, quando sul vostro operato quotidiano calerà l'impenetrabile notte, potrete addormentarvi serenamente e godervi in pace il meritato sonno dei giusti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog