Cerca

dittatura morbida (ma non troppo)

Ormai è chiarissimo che stiamo sprofondando in una miserabile dittatura comunista. Il capo del partito di maggioranza relativa, poichè scomodo, viene abbattuto per via giudiziaria,mandato in galera, su cavilli giuridici da azzeccagarbugli, su una opinabilissima e banale (per la Fininvest) diatriba tributaria. Tutta la stampa di regime ed i telegiornali di stato battono la grancassa con argomenti da bar sport (i cittadini sono uguali davanti alla LEGGE)ed i giornalisti scomodi vengono mandati direttamente in galera tra il silenzio vile e complice dei loro colleghi ormai venduti al regime. La miseria diffusa in aumento è tipica dei regimi comunisti, dove invece di produrre ricchezza si divide la misera. Sotto una patina di finta democrazia il capo dello stato impone scelte che in un paese civile provocherebbero moti di piazza, compresa questa scelta faziosa e settaria, politicamente mirata, dei senatori a vita, vero scandalo della repubblica. Una demagogia demenziale e diffusa sta mettendo fuori gioco il nostro più grande patrimonio, le piccole e medie imprese, e distruggendo i lavoratori autonomi, all'urlo belluino di "dagli all'evasore", triste ricordo storico delle strghe, degli Untori, degli ebrei , e dei feticci che ogni regime ha semptre creato per sviare il proprio discredito su altri. Occorre un nuovo leader, forte, che abbia il coraggio di urlare queste cose, il popolo lo seguirà. Altriemnti ci aspetta la fattoria degli animali, ed i lruolo dei pigs se lo sono già riservato i compagni ed i milioni di loro "clienti" che li votano solo per miserevole interesse "di famiglia". Che schifo, ribelliamoci!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog