Cerca

ARMI CHIMICHE

Caro Direttore: Nelle mie esperienze lavorative giovanili ho lavorato in un'industria chimica per un paio d'anni, ho vissuto vicino a brutte bestie come il cloro, l'acido fluoridrico, quello solforico o il solforico concentrato oltre il cento per cento chiamato "Oleum", ho portato un operaio intossicato in infermeria dove gli hanno subito somministrato ossigeno e siccome le disgrazie non ti spediscono telegrammi per avvisarti del loro arrivo, un giorno mi è capitato pure di respirare un po' di acido nitrico proveniente da una nuvoletta passeggera, il che mi ha dato mal di testa per una settimana buona. Quando scortavo ferro-cisterne di cloro, prima mi facevo il segno della croce perché in caso di incidente stradale gli abitanti dei centri abitati attigui correvano grossi rischi di intossicazione da gas tossico. Lavorando su alcune sostanze non potevi usare oggetti metallici se non volevi saltare in aria. In alcune reazioni c'era il rischio che si formasse il TNT (non il gruppo TNT dei fumetti, ma quello originale). Una notte un operaio ha causato l'esplosione di un reattore, un'altra volta un camionista sbadato ha rovesciato mezza cisterna di oleum a terra. Non sto a descrivervi i danni provocati al territorio a alle persone, vi dico solo che in quelle occasioni c'era la nebbia chimica, alta, fitta, bianca e mortale, a volte di colore arancione cangiante ma pur sempre mortale. C'era molta altra "robetta" simile in quella bomba di industria, ma quando i proprietari ci prospettarono di lavorare il fosgene noi addetti ci rifiutammo tutti e li facemmo desistere. Ricordo per chi non ha la patente dei gas tossici che il fosgene è un gas inodore, incolore ed è stato usato nella prima guerra mondiale come arma chimica per stermini di massa. Rammento anche che se non hai il filtro adatto la maschera anti-gas non serve a nulla e se non indossi indumenti protettivi adatti un gas come il sarin ti passa attraverso la pelle e ti ammazza. Spero non si usino mai più queste armi come anche le altre armi convenzionali (che bene non fanno), anzi propongo un brindisi alla pace, la vera pace e che non sia la pace... eterna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog