Cerca

Kyenge, la ministra afro-itagliana

La ministra Cecile Kynege fa la vittima, sempre e comunque. Ha capito bene che tutto le è lecito qui in terra codina dove gli sbarchi vengono sollecitati invece di essere rifiutati come fanno le altre nazioni del Mediterraneo. Prima o poi dirà che gli itagliani sono razzisti e che i Missionari della Nigrizia, vedi Comboniani, dovranno cambiare nome essendo offensivo usare il termine Nigrizia. Potrebbe chiedere alle Nazioni Unite di far cambiare nome alle nazioni africane, Niger e Nigeria che ricordano il termine negro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog