Cerca

Esodati e dimenticati

Caro Direttore sono mesi che mando a Parlamentari Senatori Stampa questa email nessuno che mi degna di una risposta. Eppure questo problema colpisce oltre 400.000 persone. La Legge Fornero ha considerato gli invalidi alla stregua delle persone considette “normali”. Esiste un cono d’ombra che colpisce la maggior parte delle persone affette da malattia, menomazioni fisiche, sensoriali e intellettive, ecc. comprese tra il 46% e il 74% di invalidità alle quali non si riconosce alcun beneficio pensionistico obbligandoli a lavorare fino a quasi 70 anni di età. A fronte di una continua perdita di posti di lavoro, cosa che sta purtroppo accadendo, per un invalido in stato di disoccupazione, è estremamente improbabile poter ritrovare una collocazione nel mondo lavorativo. È ragionevole pensare che 40 anni di lavoro siano più che sufficienti per chi si trova in questa condizione ed è incredibile come una persona sofferente dall’oggi al domani veda allontanarsi la propria pensione di quasi un decennio. Alla politica il dovere morale di una riflessione sul dolore e sul disagio che certe scelte hanno comportato per questa categoria. Antonio Montoro – Biella

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog