Cerca

LETTA UN DE MOCRISTIANO E BASTA

Anche i normali, se vanno al potere, diventano fenomeni. Enrico Letta, per esempio, ha galleggiato nella DC di sinistra e nel PD perdendo quasi sempre ogni battaglia che lo vedesse gareggiare per qualcosa. Solo per aver partecipato otteneva vice-ruoli. Puntualmente noi lo abbiamo assurto a Presidente del Consiglio. Perché? Serviva un perdente di fama, un modesto che si prendesse carico di spostare l'attenzione dalle deficienze del PD. Ricordo che in Italia si parla ormai solo del PD e dei suoi uomini da 2 anni ininterrottamente: primarie, elezioni, consultazioni, fallimento di Bersani, nomina presidenti delle camere, nomina del Presidente della Repubblica. Una sequela di figure di "merda" da vergognarsi agli occhi del mondo. E sono ancora lì tutti, a decidere il plotone di esecuzione a Berlusconi. E Letta si sente un Padreterno ! Lanciato tra i grandi del mondo a far vedere la vera faccia degli italiani: un popolo di incerti, di ruffiani e leccapiedi dei potenti per assicurarsi una sopravvivenza, sempre più insignificante, giorno dopo giorno. Traditori per costituzione genetica, non sappiamo far altro che scaricare le responsabilità e rimangiarsi gli impegni. Letta è un grande in questo: riesce a dire al comitato del PD il giorno prima dell'incarico che siamo ormai come la Grecia, 4 mesi da Presidente del Consiglio sono bastati a fargli dichiarare che eravamo malandrini, ma ora siamo apprezzati e che l'Italia è di nuovo ai vertici in Europa. Parole, più o meno testuali, dette a Letta. Buffonate prima o menzogne oggi ??? Marco Morbidelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog