Cerca

aiuti ai terremotati

Gentile direttore, sono qui a segnalarLe lo stato di disagio in cui mi trovo grazie all'aiuto obbligatorio concessomi dalla Banca Monte Paschi, sede di Bologna via Riva Reno. come avrà capito, sono residente in uno dei comuni terremotati e precisamente Crevalcore. circa dieci anni fa acquistai un appartamento con l'erogazione di un mutuo ipotecario da parte della banca 121 (attualmente Monte Paschi), unitamente alla mia ex moglie. rata mensile, in corrispondenza dello stipendio (sono un impiegato) regolarmente corrisposta attraverso rid bancario. tutto regolare fino alla data del sisma che ha sconvolto la nostra regione. ma, paradossalmente, i guai peggiori non mi sono giunti dal terremoto ma proprio dal Monte Paschi. Le spiego. a seguito di decreto governativo la banca in questione mi sospende il pagamento delle rate, senza chiedermi neanche il parere per circa otto mesi. preciso che il mutuo è relativo all'appartamento ove ora vivono i miei figli con la loro madre, io abito in un altro immobile in affitto. bene, la sospensione non l'avevo chiesta, ma visto che mi era stata concessa d'ufficio ho approfittato della maggiore disponibilità economica momentanea per riacquistare alcuni beni che a causa del sisma erano andati distrutti. fortunatamente non ho utilizzato tutti i denari accantonati grazie al mancato pagamento del mutuo. terminata la fase "critica" la banca ha giustamente ritenuto opportuno riprendere il pagamento del finanziamento. ma, senza avvisarmi, invece di utilizzare il rid, come previsto dagli accordi contrattuali, ha iniziato a mandarmi bollettini Mav, da pagare con addebbito della imposta sulla riscossione. ma la cosa più "simpatica" è un'altra: invece di avere cadenza mensile, i bollettini arrivano ogni 20 giorni. questo mi comporta, che un mese si e uno no devo pagare due rate del mutuo. per i primi tempi, grazie al risparmio fatto, sono riuscito a restare nei termini, ma ora sono davvero in difficoltà. lo stipendio, infatti, continua ad arrivarmi una volta al mese, nonostante abbia richiesto alla mia amministrazione di adeguarsi alle iniziative del Monte dei Paschi. insomma, cardo direttore, dove non è riuscito il terremoto sta riuscendo il Monte Paschi di Siena, che, tra l'altro, al primo ritardo sul pagamento ha inteso chiamarmi, questa volta si, indimandomi di pagare tre rate insieme per non incorrere in ulteriori sanzioni. devo dire che forse era meglio che la casa fosse crollata? grazie bartolomeo giuseppe crevalcore

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog