Cerca

Un esempio per tutti i giovani: barman/dottore in legge

Caro Direttore, prendo spunto dall’intervento che Filippo Facci ha fatto ieri circa le affermazioni del Ministro Carrozza riguardo i “25enni italiani senza esperienza lavorativa pre-laurea”. Possiedo un’attività in Castiglione della Pescaia (GR) da ormai quasi vent’anni e se c’è una cosa che posso dimostrare al nostro Ministro è proprio il contrario di ciò che ha detto. Al Caffè Piazzetta, infatti, lavora da ormai otto anni un carissimo ragazzo, Antonio Reale, che ha cominciato come cameriere lo stesso anno in cui si è diplomato. Negli anni a seguire, pur continuando a lavorare, con enormi sacrifici, si è laureato in Giurisprudenza e continua tutt’oggi a studiare per una specialistica e a lavorare, contemporaneamente. E non è tutto. Proprio qui, nel mio bar, dimostrando anno per anno grande e buona forza di volontà, ha appreso il mestiere di barman, ruolo che ad oggi svolge in maniera eccellente. Quello che sto cercando di dire è che quello di Antonio non sarà sicuramente un caso unico e isolato, ma che al contrario ci saranno, come lui, tantissimi altri giovani con la testa sulle spalle, con la voglia di lavorare e apprendere, ed è forse questo che il Ministro, ahimè, non sa. Non è dunque vero che i 25enni non hanno esperienze lavorative. Ci sono anche i 25enni che, sin da quando hanno raggiunto la maggiore età, lavorano e studiano con tanti sacrifici, e nei cui confronti le affermazioni del Ministro Carrozza appaiono quasi offensive, dal mio punto di vista. E se poi i nostri politici non riescono a far valere una laurea nel mondo del lavoro, costringendo i giovani laureati a metterla da parte, è un altro discorso. Cordiali saluti, Bruno Favilla

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog