Cerca

Causa-effetto della sentenza passata in giudicato.

Salve, mi domando come mai, in questa vicenda, tutti si preoccupino di analizzarne gli effetti e non le cause o, meglio, l'unica e sola causa che ha generato questo effetto, e cioè la sentenza passata in giudicato. Mi domando cosa facciano lor signori di sinistra quando hanno qualche disturbo o soffrano di qualche malattia: non vanno forse alla ricerca, anche loro, delle cosiddette cause che generano questi fastidi? Ebbene, se così fanno, allora dovrebbero porre mente anche alla causa di quell'effetto che è appunto la decadenza di Silvio Berlusconi da Senatore. La causa va analizzata in questo modo: siamo perfettamente sicuri che i signori della Cassazione abbiano giudicato l'imputato Silvio Berlusconi mantenendo una posizione di assoluta terzietà morale, civile, penale e, ebbene sì, ideologica rispetto all'imputato? Non sono forse anch'essi, i Giudici della Cassazione, soggetti a un pregiudizio morale, civico, ideologico tale per cui la sentenza emessa possa essere ritenuta a buon diritto ingiusta? Perciò qui ci troveremmo di fronte a una causa che non è più una sentenza passata in giudicato, ma una sentenza ingiusta che ha giudicato non sulla base del diritto e della giurisprudenza, ma sulla scorta di preconcetti morali, civili e ideologici. Perciò la causa sarebbe una somma ingiustizia e a una somma ingiustizia i signori della sinistra vorrebbero sommare un ingiusto (irreale) effetto facendo decadere il Cavaliere? Ci riflettano. Lei cosa ne pensa? DAVID POLO

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog