Cerca

La Bolletta: quando?

Spett.le Direttore le scrivo da Trapani per raccontarle una "originalità" del nostro Paese. Nel 2008 ho fatto un contratto di fornitura con l' Enigas. All'attivazione non mi è stato cambiato il contatore, ma in bolletta, per un loro errore, veniva considerato nuovo e partente da zero ( invece che da 6161 mc, come nella realtà) . Segnalato l'errore mi aspettavo che in breve fosse risolta questa incongruenza: ma quando mai! Ho fatto reclami, ho interessato l'Adiconsum, l'Autorità per l'energia elettrica e per il gas, ma i risultati... E' dal 2010 che non ricevo bollette (a dicembre saranno 4 anni), ma per consolarmi, quando piacerà Loro, mi manderanno una Maxi bolletta che potrò ratealizzare. Se lo immaginano cosa significa per una famiglia che fatica giorno per giorno, che ha paura del postino, delle raccomandate, delle nuove pensate economiche del governo, l'avere questa spada di Damocle sula testa? E poi perché? Chiedessi di non pagare o di pagare di meno e a mio comodo... Chiedo di pagare ma nel modo corretto, ogni 2 mesi e non quando piacerà Loro. Se la situazione fosse stata al contrario sono convinto che avrei dovuto SUBITO ottemperare ai miei doveri senza scuse e con gli interessi! Quando finirà questa ipocrisia dei "grandi" per cui ad ogni stipendio corrisponde un destinatario certo, invece per ogni errore e responsabilità l'Ente o la Società diventa improvvisamente condotta da entità astratte e irrintracciabili, i cui tempi di azione sembrano non tenere conto della durata media della vita dell'uomo sul pianeta terra? La ringrazio per l’attenzione e Le porgo i mie distinti saluti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog