Cerca

ANCHE I SIRIANI L'HANNO CAPITO

In questi giorni sono sbarcati centinaia e centinaia di siriani. Ma è possibile che con tutti gli Stati che ci sono fra l’Italia e la Siria vengano proprio a sbarcare da noi? Io ritengo che la maggior parte di loro non sappia neanche se l’Italia è a est o a ovest della Siria, però vengono da noi. Potevano andare in Turchia, Bulgaria, Grecia, Cipro, Egitto, Libia, Tunisia, nel loro amato Iran, nella loro amata Russia o in un altro paese di non infedeli, ecc.. No, per carità, vengono in Italia. Se fossero turisti potremmo ringraziare per la scelta, ma turisti non sono e ci costano fior di milioni di euro, non siamo molto contenti per la scelta. Quando un Presidente della Repubblica dice che abbiamo bisogno degli immigrati, inoltre vista la benevolenza del governo, è chiaro che questi disperati non andranno mai a sbarcare altrove. Mi sono fatto persuaso (per dirla alla Montalbano) che pure loro abbiano capito che in Italia tutto è permesso (come ad esempio manifestare per non aver loro fatto trovare le proprie famiglie ad attenderli gioiose allo sbarco sul molo). Ovviamente si è sparsa la voce in tutto il mondo che noi in Italia siamo felicissimi di accogliere i cittadini siriani o altro. Forse loro non lo sanno ma non è così, noi non siamo contenti. Stiamo sperperando milioni di euro che potrebbero essere utilizzati per aiutare le famiglie bisognose italiane, che non sono poche. Per i rifugiati c'è l'UNHCR. In Siria si sta svolgendo una guerra civile, non vi è stata una aggressione da parte di uno Stato nemico, cioè si stanno uccidendo fra di loro. Se non vi fosse stata la guerra civile non sarebbero venuti in Italia, pertanto mi auguro che al termine delle ostilità tutta questa gente venga radunata e rispedita al loro paese a spese ovviamente della Siria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog