Cerca

Costituzione e istituzioni

Direttore, mi ascolti, inoltri a Silvio questa lista, è come la lista della spesa, semplice chiara e completa. Gli italiani non aspettano altro! Basta toppe, aggiustamenti, cialtronate, giochi e giochetti. Non ne possiamo più! Chiudiamo il dopoguerra e le istituzioni che sono state generate dal post e anti-fascismo, dal compromesso tra culture diverse e inconciliabili che per realismo e con la comune paura di un ritorno di regime autoritario hanno partorito un sistema istituzionale che oramai è totalmente inadeguato. Ecco la lista: 1. Presidenzialismo (cominciamo ad introdurre la separazione dei poteri!) 2. Macroregioni (nord, centro, sud, Roma capitale, sicilia e sardegna. Le attuali regioni sono troppe ed hanno reso l'italia una babele di norme, o sono troppo grandi per rappresentare delle comunità, sono troppo piccole per governare, portano in sé l'ingiustizia della disuguaglianza con 5 che sono dette speciali, giustificano il regime di apartheid nella provincia di Bolzano nella quale non è dato essere meticci ma si deve per forza essere puri sangue tedeschi o italiani o ladini per avere un posto all'asilo, o nelle case comunali, o ....) 3. Provincie (Basta! procedere con gli accorpamenti previsti e farle diventare uffici tecnici regionali territoriali in tre materie: ambiente, strade e manutanezione plessi scolastici. Basta assessorati strampalati: 'alle pari opportunità', 'alla solidarietà', 'alla cooperazione internazionale', ecc.... Basta con la politica: devono essere uffici tecnico-amministrativi locali) 4. Parlamento (monocameralismo, legge elettorale uninominale secca con primarie stabilite per legge ed uguali per tutti gli schieramenti, 400 deputati ognuno dei quali sia dotato di uno staff che, su indicazione del parlamentare stesso, sia regolarmente assunto dal parlamento. Basta con i portaborse pagati a nero!!!!) 5. 1.000 Comuni Accorpamento per fusione dei comuni al di sotto di 15.000 abitanti: dagli attuali 8.100 comuni a meno di mille!! Attualmente i comuni sono ciascuno una 'repubblica autonoma delle banane' senza nulla e nessuno che controlli con sistematicità la legittimità degli atti!!! Si esprimono sul papa, sulla guerra, sul nucleare, su tutto!!!! Le prefetture potrebbero essere l'organo di controllo, ridotte in dimensioni e numerone basterebbero 15 per tutta italia! forse anche 10!) 6. Un solo corpo di polizia (basta con 5 corpi di pubblica sicurezza, a cominciare dall'anacronistico polizia-carabinieri!) 7. Abolizione delle attuali prefetture. Le 15/10 di cui sopra sarebbero degli uffici 'minimi' per controllare la legittimità degli atti degli enti locali. 8. Sanità: grazie alla scomparsa delle attuali regioni, si porrebbe fine alla politicizzazione della sanità (basta nomine politiche di asl, primari ospedalieri, ecc..) 9. Giustizia (sdoppiamento csm, separazione carriere) 10. Scuola (da 18 ore di aula che fanno attualmente gli insegnanti su 9 mesi scarsi, a 30 ore d'aula su 12 mesi con 5 settimane di ferie come per tutti gli altri cristi! Le famiglie hanno bisogno di scuola! Cominciamo da qui a fare un minimo di politica a sostegno della famiglia! L'anno scolastico può restare l'attuale dando la possibilità a chi ne avesse bisogno di poter mandare il proprio figlio anche oltre...). Spazio alla scuola non statale e libertà di scelta delle famiglie, con lo stato che assolve alla propria funzione di controllo sulla qualità del servizio erogato affinché sia realmente pubblico. 11. Pubblica amministrazione: il paese non si può permettere il lusso (e sai che lusso!!) di 3,5 milioni di dipendenti pubblici. Quindi: passaggio al privato con incentivi adeguati di minimo 1 milione di dipendenti. Esiste un rapporto tra numero dipendenti privati e numero dipendenti pubblici, tra forza produttiva dell'economia e apparati dello stato. Se si rompe questo equilibrio dettato dalla matematica, si va al collasso! In Italia dovremmo assestarci su max 2 milioni di dipendenti pubblici, possibilmente 1,5. 12. Modernizzazione: carta di identità elettronica per tutti che includa la cartella sanitaria, la patente, il codice fiscale, la carta dei servizi, la firma digitale, la posta elettronica.... Internet per tutti! Moneta elettronica per tutti e superamento della moneta cartacea: fine evasione, possibilità di introdurre una seconda moneta in coabitazione con l'Euro! 13. Tasse: 30% non di più. 0% per chi ha un reddito sotto i 15.000 euro. IVA al 10%. Le tasse si pagano a partire dalle capacità contributive della persona, della famiglia, dell'impresa, ecc. non a partire dai 'bisogni' dello stato che ogni anno deve raschiare il barile per sopravvivere a se stesso! lo stato è diventato un fardello insopportabile! se si continua così rischiamo che fra qualche anno ci possa essere una rivoluzione!!! Chi investe in Italia ha garantite agevolazioni fiscali: 0% tasse per 10 anni. Grazie!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog