Cerca

Car2Go, mi sento preso in giro.

Lettera al sindaco Pisapia da parte di un cittadino milanese. Car2Go, mi sento preso in giro. Buonasera carissimo Sindaco, mi permetto di scriverle in questo spazio volendo manifestarle pubblicamente ed ufficialmente tutto il mio disappunto per il servizio Car2Go, da poco tempo introdotto a Milano. Preciso da subito che la mia critica non è diretta all'offerta, che personalmente non ho nemmeno sperimentato, ma mira le fondamenta di quella che ritengo essere stata una perfetta presa in giro per tutti i cittadini di Milano. Vado con ordine. Area C, da Lei fortemente voluta ed introdotta perchè espressamente richiesta dai cittadini attraverso il referendum, doveva, secondo Le sue stesse dichiarazioni, produrre una riduzione del traffico cittadino e del congestionamento urbano. Più volte è stato precisato da Lei e dalla sua giunta che l'obiettivo di Area C non era ridurre l'inquinamento, ma restituire al centro di Milano quell'ordine e decoro che, sempre secondo Lei, le automobili avevano fatto venire meno. Per raggiungere questo scopo di purificazione del centro è stato introdotto un vero e proprio pedaggio urbano, dove persino coloro che risiedono all'interno della "magica cerchia" si trovano costretti a versare il tributo di transito. Come accade per tutte le decisioni che cadendo dall'alto investono e travolgono tutto e tutti, così anche per Area C, dopo un'iniziale tentativo di protesta della parte di città motorizzata (non per forza nullafacenti girovaghi, ma anche, e soprattutto, lavoratori e turnisti, oltre ovviamente ai residenti della cerchia), si è giunti ad una sorta di quiete dopo la tempesta e, con quella rassegnazione che sa per lo più di impotenza, si è accettato il nuovo tributo come un'ennesima nuova tassa. Vengo quindi al dunque. Cosa succede adesso??? Improvvisamente, caro Sindaco, cambia idea sulle automobili. Cambia idea sul traffico e sul degrado urbano offerto dall'uso sconsiderato delle autovetture. Cambia idea sul congestionamento del centro città. Cambia idea sul fatto che le automobili rappresentano un rischio per pedoni e ciclisti. Ah, il potere dei soldi. Il potere di convertire il diritto al libero spostamento di ciascuno di noi sul proprio veicolo, pagato e tassato, in una fonte di guadagno. Come farsi sfuggire l'occasione di rimettere in moto, pardon, in auto, migliaia di cittadini milanesi volontariamente appiedati mesi prima dal suo sconsiderato provvedimento. L'importante è pagare, l'importante è lucrare. Che poi i soldi arrivino da Area C o dal servizio Car2Go poco importa. Nello stesso periodo, caro Sindaco, aumentano i prezzi degli abbonamenti ai mezzi pubblici (e non diciamo le solite storielle che i prezzi sono i più bassi di Italia, che non aumentavano da anni, ecc..). E per finire, ciliegina di una torta degna di far concorrenza a quella di Biancaneve, la pubblicità sulle autovetture: "entro in centro" (dimostrazione che è questo il vero punto di forza del servizio). Ma come?????? E il decoro urbano, e la sicurezza di pedoni e ciclisti, e il caos acustico, e il traffico, e il congestionamento urbano??? Sì, mi sento preso in giro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog