Cerca

Oggi più che mai crediamo in Berlusconi

Carissimo DIRETTORE, mi chiamo Andrea e le sto scrivendo dalla provincia di Ravenna. Prima di tutto complimenti per il quotidiano, in quanto ben diretto ma soprattutto è uno dei pochi dove si racconta veramente le cose come stanno. Dopo le ultime vicende capitate al Presidente Berlusconi, sono sconcertato nel come e per come si può eliminare una persona per via giudiziaria. Quando il Presidente Berlusconi dice che la democrazia è a rischio non vero, è verissimo. Io mi domando come i vari giudici, pubblici ministeri e politici di sinistra riescano ad addormentarsi alla sera, su quali valori è fondata la loro esistenza, ma soprattutto che tipo di valori trasmettono ai loro figli. Le chiedo solo una cosa: visto che Lei conosce bene il Presidente Berlusconi, le dica da parte mia ( anche se non mi conosce ) per quel che può contare per rincuorarlo, che c'è un' enormità di gente comune che crede in lui e in quello che ha fatto e che sta facendo. Mi immagino che starà attraversando un periodo difficile, forse il più difficile della Sua vita ma deve tenere duro per lui e per noi. Ringraziandola per l'attenzione, l'occasione mi è gradita per porgerLe i miei migliori auguri di buon proseguimento!! Con i miei più cordiali saluti, Andrea

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog