Cerca

raglio d'asino non sale al cielo

e lei, Presidente e Cavaliere, lo dimostrerà. Mi permetta tuttavia di farle notare che tutto il suo percorso politico, dall’inizio ad oggi, non ha avuto assistenza di un capace stratega assisto da un serio lavoro di propria intelligence. Troppo sovente cortigiani professionisti sono entrati nel suo inner circle. Troppi alleati hanno tradito, troppi scambiati per alleati affidabili. Ad esempio uno stratega avrebbe previsto che Il presidente della repubblica si liberasse della possibilità di venirle incontro nominando, al volo, 4 senatori a vita completando i suoi 5 possibili. Uno stratega non avrebbe mai ventilato l’ipotesi al capo ombra del PD, né avrebbe votato la legge Severino senza “distinguo” di quali reati rendono ineleggibili non affidandosi alla mera entità temporale della condanna. La trappola è partita da li, ovvio che prima o poi un collegio giudicante adatto capitava. Non riparta, la prego, senza tale assistenza e, quando trovato l’uomo adatto, se lo tenga ben nascosto e ben lontano dalla battaglia. Uno stratega valido non ha buone qualità tattiche

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog