Cerca

la legge pro omofobia è contro gli etero?

Gentile Onorevole, state per approvare una legge importantissima, quella contro l'omofobia. vi chiedo la pazienza di soffermarvi su questo mio punto di vista e cioè sul fatto che secondo la Costituzione tutti gli uomini sono uguali senza distinzione di sesso, razza e religione. Tutto è gia' stato scritto nella nostra stupenda Costituzione ed è per questo che Vi chiedo di riflettere sul fatto che si rischia di creare un'ingiustizia nei confronti degli eterosessuali consentendo agli omosessuali di essere piu' uguali degli altri grazie a pene aggiuntive per chi diffama, discrimina e offende tale parte della popolazione. Sono convinto che una legge del genere , se approvata come si prospetta, permetterebbe a chi subisce l'ingiustizia nell'essere definito o considerato diverso dagli altri di praticare minacce di ricatti e denunce. Il mondo è cattivo è spesso persone in malafede utilizzano leggi pensate per il bene della gente per il loro tornaconto. E' per questo che Vi propongo di meditare su quanto dovrete votare e di modificare le pene per chi si macchia dell'odioso reato di discriminazione. Propongo di mantenere la legge di uguaglianza tra i sessi e di punire con ammende molto pesanti coloro che giudicano e diffamano le scelte personali in fatto di preferenze sessuali senza aumentare la pena con la reclusione. A volte è molto peggio per i colpevoli essere toccati nel portafoglio. Persino fare outing dovrebbe essere considerato autodiscriminante a pensarci bene, proprio perche' deve essere ovvio che siamo tutti uguali e non è di nessuna utilità , dovendo operare scelte nel campo del lavoro o che, pubblicizzare i segreti intimi concernenti la propria preferenza sessuale. E' un preciso fatto di Privacy. E' vero infatti che le persone che intendono offendere pubblicamente i loro simili profittando della conoscenza di caratteristiche altrui relative all'intimità sessuale di costoro, starebbero piu' attente a non oltrepassare il limite di cio' che è costituzionalmente lecito e giusto se sapessero che la pena non è la permanenza in carcere ma un importo tale, prelevabile anche dalla futura pensione oltre interessi, che potrebbe equiparararsi ai costi che un carcerato genera nei confronti dello Stato per la custodia carceraria. In pratica un'ammenda pari al costo dei tempi della detenzione. Credo cheun'ammenda pesante a favore dello Stato, oltre al risarcimento del danno per diffamazione (ovviamente se confermato da testimonianze) unita ai costi per le spese legali, dissuaderebbe chiunque dall'entrare nel merito della privacy e delle preferenze sessuali di ogni persona allo scopo di diffamarlo o di offenderlo fisicamente. In definitiva penso che questa soluzione potrebbe anche essere abbinata a reati diversi dall'omofobia consentendo di allegerire la popolazione carceraria. Confido di essere stato compreso augurandomi che in un prossimo futuro non siano gli eterosessuali ad aver bisogno di leggi per difendere la loro diversità. Augurando serena riflessione e buon lavoro gfp PS: naturalmente parto dal presupposto che il favorire gli omosessuali non sia dovuto all'interesse per i loro voti ma per produrre una legge giusta nei confronti di tutti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog