Cerca

Ora capisco perché bisogna portare l’IVA al 22%

Ho sentito dire fieramente dal Ministro del Lavoro Giovannini che quando era presidente Istat ha speso “solo” 600 milioni Euro in un anno per gestire il Censimento 2011, ovvero per fare un sito internet ed un questionario cartaceo. Come ha fatto a spendere 2 milioni Euro al giorno in un anno? Per censire 50 milioni di italiani ha speso 12 Euro a testa! Ma lo sa il Ministro che con 12 Euro mi compravo 3 pacchetti di 20 sigarette? Lo sa che per fare una sigaretta ci vogliono carta, tabacco, filtro, inchiostro, agenti chimici, macchine di produzione, logistica, sponsor, tasse e accise? Alla fine una sigaretta me la compro “liberamente” con 20 centesimi Euro e me la fumo in 4 minuti. Lo stesso tempo che ho impiegato per compilare “obbligatoriamente” un inutile questionario che ho pagato 12 Euro. Io credo che bastavano 20 centesimi a testa per realizzare un censimento, non 60 volte di più. Ora capisco perché bisogna portare l’IVA al 22%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog