Cerca

ho davvero paura

Direttore, ho molto riflettuto sugli ultimi eventi che hanno coinvolto Berlusconi. Di recente pur essendo decisamente liberale e comunque refrattario a tutto ciò che è di sinistra ho avuto qualche tentennamento nel continuare a sostenerlo con il mio voto. Ho molto criticato le sue scelte "private" solo per l'imprudenza, non certo per pregiudizi puritani che non mi appartengono. Poi non mi è stato possibile dare la mia preferenza a nessun altro. Oggi alla luce dei fatti recenti mi rendo conto che a parte le scelte private, sulle quali ad onor del vero, non è dato a nessuno di sindacare, è oramai certo che si tratta di persecuzione. Non è credibile un paese nel quale ad uno dei poteri dello stato è consentito addirittura di destabilizzare un governo e poi non dare in nessun modo conto degli errori e delle conseguenze degli stessi. Per contro devo stare a guardare lo stesso identico potere tenere rigorosamente sotto silenzio ogni tipo di scandalo, abuso e furto, perpetrato dalla opposta parte politica. Dei loro, che siano leader o puri faccendieri, si conoscono fatti misfatti e circostanze di gravità impensabile ma nulla accade, nulla trapela. Non sono pubblicate intercettazioni, non sono persegui abusi. Società, case, intrallazzi e conti segreti dei politici che non si chiamano Berlusconi sono protetti da una "privecy" rigorosissima! Comincio proprio ad aver paura di questa "SPECTRE" che nscosta da leggi, a proprio piacimento interpretate ed applicate, gode di diritto di vita e di morte su TUTTI NOI(solo che si rischi di intralciarne i maneggi...)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog