Cerca

INNO ALLA VIOLENZA

Il garante della privacy che “comprende” le BR, il Comune di Carrara che permette la decorazione di 46 denunciati per aver assalito le Forze dell’Ordine, ferendo alcuni agenti, al fine di impedire un comizio autorizzato de La Destra nel 2011a Marina di Carrara (vds. Il Giornale del 21/9/2013), equiparandoli a partigiani della guerra di liberazione. Ovviamente per il Comune di Carrara impedire con la violenza le manifestazioni di partiti non allineati è cosa buona e giusta. Vorrei proprio vedere, se le BR avessero sparato a lui, se il Dott. Rodotà sarebbe sempre della stessa idea e avesse compreso. Vorrei ancora vedere cosa sarebbe successo se fossero stati i militanti di destra a cercare di impedire un comizio autorizzato di sinistra e un comune di destra avesse permesso la premiazione di 46 dimostranti denunciati dall’autorità giudiziaria. Ma cosa sta succedendo? Da che parte stanno i rappresentanti dello Stato, dalla parte della violenza?……..Andiamo proprio bene! Ricordiamoci che il Comune di Carrara ha permesso la realizzazione (anche se in un punto molto nascosto) di un monumento all’anarchico Gaetano Bresci che assassinò nel 1900 il Re d’Italia e fu condannato all’ergastolo. Ricordiamoci che violenza chiama violenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog