Cerca

GRAZIE MONTI!!!

Sono un libero professionista che fino al 2011, ad onta della crisi già intervenuta, godeva di un discreto reddito. Dopo lo stesso, prima nel 2012 e poi nel corrente anno, il mio reddito si è ridotto di più della metà e ciò mi costringe oggi a dover rinunciare alla dipendente. Ho un discreto patrimonio immobiliare creato con notevoli sforzi negli anni precedenti e, mentre l'imposizione fiscale sullo stesso si è praticamente raddoppiata, il suo valore effettivo si è ridotto anche qui del 50%. Nel 2006 avevo acquistato, a credito, un'autovettura di grossa cilindrata con una spesa di circa € 60.000,00 e oggi, dovendola vendere per acquistare una utilitaria, a fronte di un valore assicurato di e 23.000,00 non mi vengono offerti più di € 5.000,00 "poichè con il redditometro nessuno più acquista automezzi oltre i 2000 cc". Per non parlare poi delle poche azioni bancarie che avevo dove anche qui la quotazione si è ridotta di almeno il 50%. Quindi da piccolo esponente della classe media, mi ritrovo quotidianamente a tentare di "tappare i buchi" del mio bilancio per poter sopravvivere. Dico grazie a Monti e al suo successore Letta per non aver inciso in alcun modo sulla spesa pubblica ma aver introdotto soltanto tassazioni che ci hanno ridotto in questa terribile situazione di cui non si vede alcuna via d'uscita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog