Cerca

rispetto per la persona

Gentile direttore, per quanto ho potuto apprendere dai telegiornale, stamani la massima carica della Repubblica, nel parlare degli anni ’70, si chiedeva pubblicamente, e pare anche con enfasi, cosa è rimasto del rispetto per la persona della politica dell’epoca. Mi permetto, sommessamente, di sperare che sia rimasto ben poco, tenuto conto che si tratta di una stagione che sarà ricordata per le brigate rosse e per la frase che impunemente tanti, troppi, gridavano per le strade: uccidere un fascista non è reato. Cordialmente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog