Cerca

Un tradimento contro la sovranità popolare

Siccome il datore di lavoro di qualsiasi parlamentare è il popolo, credo che le dimissioni in massa di parlamentari per un motivo legato ad una singola persona a scapito degli interessi della collettività sia un tradimento contro la sovranità del popolo che li ha eletti. Dobbiamo forse sospettare che tutti questi parlamentari senza il capo storico non abbiano più motivo di fare un servizio alla Repubblica? Se questi parlamentari dimissionari hanno costruito una specie di corte attorno al loro leader politico, sono loro che hanno sbagliato, non il popolo italiano. E perché adesso ci deve rimettere tutta la nazione?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog