Cerca

notariato politico

Egregio direttore, più che a una classe di politici in grado di trainarci fuori dalla disperazione, siamo di fronte a un nugolo di notai che si limitano a pubblicare i dati disastro/economici, senza assumersi alcuna responsabilità.(la colpa è sempre di coloro che hanno governato prima!!!). Siamo alla frutta e non fanno nulla per risolvere i problemi. Il loro motto è: TASSE, IN GALERA BERLUSCONI e, naturalmente, VIVA LE POLTRONE. (non importa quanto costino a noi poveri italiani). Si stanno sbranando fra di loro per mantenere il loro status. Cosa sarebbero disposti a fare pur di rimanere lì? Forse è meglio chiedersi cosa NON sarebbero disposti a fare? La risposta sarebbe più sintetica. Probabilmente andremo alle elezioni un'altra volta e con una legge elettorale studiata ad hoc che assicura la loro permanenza a Palazzo. Ancora una volta ci troveremo di fronte ai soliti abili illusionisti che ci COSTRINGERANNO a rivotarli. La democrazia implica poter scegliere liberamente, e il non poter scegliere è una chiara violazione dei suoi principi. Purtroppo noi italiani abbiamo la memoria corta e ricadiamo ogni volta nel tranello della persuasione. Sono andato a rileggermi le promesse pre-elettorali delle ultime elezioni. Belle, rassicuranti, come l'arcobaleno che compare dopo la tempesta ma che svanisce nel nulla, come il NULLA di quegli impegni mai onorati. Vi ricordate alcuni provvedimenti che dovevano essere attuati? Mi riferisco all'abolizione di un ramo del parlamento, alla riduzione degli stipendi dei parlamentari, delle tasse sul lavoro...la lista arebbe lunghissima. Risultato? aumento dell'iva, calo ulteriore dei consumi, pensioni minime invariate e forse nuove accise. Due cose sarebbero sufficienti per uscire dal limbo che rischia di trasformarsi in inferno: ELEZIONE DIRETTA DEL PRESIDENTE, CON UN DOPPIO TURNO COME AVVIENE PER I SINDACI E SOVRANITà MONETARIA che non significa uscire dall'europa. Facile ma inattuabile finchè al parlamento ci saranno loro... sempre loro. Qualcuno vuole farci credere che la nostra Costituzione (la più bella del mondo) fa in modo che mai più (vedi Bersani)il nostro paese possa essere governato da un'unica persona. Caro Bersani il fascismo è morto da tanto tempo e pure il suo spettro è svanito. Svegliamoci tutti e non ricadiamo ancora una volta nelle trappole del NOTARIATO politico che fa solo gli interessi del Palazzo in cui risiede.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog