Cerca

Lettera aperta al Santo Padre

Roma 01.10.2013 Lettera aperta al Santo Padre ed al Sommo Pontefice Francesco. Le scrivo, Santo Padre , queste laconiche righe senza arguzia retorica e saccenteria politica Ma con leggera eleganza ed un cuore pieno di tristezza. Tutto nasce dal Suo colloquio epistolare con E. Scalfari e del Suo ultimo incontro con la Stessa persona. Probabilmente Lei non conosce questo signore. Dietro la maschera meschina del non credente È diventato uno degli uomini più potenti e ricchi del nostro paese. Dietro la sua maligna astuzia Ci sono gruppi di potere economico e politico ed editoriale che hanno lacerato ed obnubilato le coscienze di molti cittadini italiani. Santo Padre , mi creda….. ci sono non credenti poveri , in difficoltà economica, in una solitudine Morale, umana ed intellettuale indescrivibile che vorrebbero avere un colloquio vero, silenzioso e che sia un vero pertugio di amore e di verità. Io ho pianto di fronte al rumore chiassoso e lubrico che ha destato il Suo incontro con quel signore Mi creda ….è meglio il silenzio di tanti non credenti che un articolo od un libro di un signore che Ha dietro Repubblica, l’Espresso la televisione ed i partiti. Con Amore un non credente. D.Mazzotta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog