Cerca

L'Italia e la crisi

Gent.mo Sig. DIRETTORE, Sono un sacerdote e ogni giorno osservo con viva preoccupazione la situazione di crisi in cui vive il nostro paese. Un paese, la nostra cara Italia, che è stato portato sul lastrico da una classe politica tutta intenta a fare esclusivamente i propri interessi di "Casta" imponendo sacrifici, spesso immani, sulle spalle della gente comune. Politici che, imponendo sacrifici agli altri, non vogliono concorrere a rimediare al disastro procurato da loro stessi. C'era proprio bisogno della nomina, da parte di Napolitano, dei quattro senatori a vita che graveranno sulla bilancia pubblica (quindi dei cittadini) per un costo complessivo di circa un milione di euro l'anno? Perchè non usare questi soldi per ridurre il debito o per rilanciare l'economia? Per il momento sono gli imprenditori a prendere il largo da questa povera Italia che va sempre più a fondo. Cordiali saluti don Antonio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog