Cerca

Il Bergoglio della Politica

Egregio Cavaliere, se non succede un miracolo, Lei dovrà scontare la pena inflitta nel secondo grado di giudiazio, dopo la decisione del "Palazzaccio." Capisco il suo stato d'animo, ma se lei è veramente innocente, un giorno gli Storici scriveranno cose diverse dalla cronaca attuale. Magra consolazione essere riscattati dai posteri. Bisogna che Lei faccia qualcosa subito. Tornando alla sentenza, Lei dovrà dedicare 12 mesi della sua vita agli arresti domiciliari o prestando servizi socialmente utili. Personalmente opterei per i servizi sociali. Contrariamente, Lei rischia di trovarsi isolato dopo che si saranno spenti i riflettori. Si dimenticheranno velocemente di Lei e quando uscirà dal "limbo", troverà un ambiente politico modificato che potrebbe ostacolare il suo rientro. Pensi ai servizi sociali, magari svolti all'interno di qualche comunità. Non li veda come qualcosa di umiliante, ma come uno strumento che, oltre ad aiutare persone disagiate, potrebbero aiutare Lei a riscattare l'immagine che le compete e che qualcuno, (troppi ormai), tenta di demolire in qualsiasi modo. Chi non la vorrebbe al suo fianco, gratis, per quattro trimestri? Pensi allo spazio mediatico che le verrebbe dedicato giornalmente. Altro che il "Grande Fratello." Le viene data una grande possibilità. Quella di stare vicino a persone che hanno perso la speranza che Lei potrebbe aiutare a ritrovare. Quanti meglio di Lei saprebbero farlo? Sentirebberro finalmente la sua voce, quella vera, sincera, che da tempo non ascoltavano più. Trasmetterebbero le sue parole ai loro pari e Lei diventerebbe un punto di riferimento, una ragione per la quale vale la pena di lottare. Cosa sono 12 mesi per chi si sente più giovane di almeno vent'anni? Lei ha la possibilità di diventare il Bergogio della politica! Non la getti via.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog