Cerca

IL GOVERNO LETTA E' LA ROVINA DELL'ITALIA

Con il governo Letta l'Italia si è messa il cilicio. Se riesce a realizzare il suo programma, siamo rovinati. Si tratta, a mio avviso, del peggior governo della storia d'Italia dal 17 marzo 1861 in poi. Oltre ad avere di fatto vergognosamente abolito il valore legale della cittadinanza italiana, che ora vale meno di zero (dal momento che si consente a chi è appena approdato clandestinamente in Italia di ottenere subito posti nel pubblico impiego, passando davanti a chi è italiano da generazioni), questo governo, che solo per questo dovrebbe essere mandato a casa, si è posto come priorità leggi sullo "ius soli" e leggi liberticide da fondamentalisti sull'omofobia, trastullandosi con problematiche fondamentali e metafisiche, quali la sostituzione dei termini "madre" e "padre" con "genitore 1" e "genitore 2", oppure con "genitore" e "altro genitore" (ma quale dei due?), e simili amenità. Essendosi impegnato a fondo in questa sorta di cronico "brainstorming", ha potuto prestare minori attenzioni su altri problemi, giudicati di scarso interesse. Per esempio, i nostri giovani più preparati devono scappare all'estero a gambe levate per poter esprimere le proprie potenzialità, perché per loro qua non c'è alcun futuro; pare che non esista un sistema meritocratico per la selezione dei migliori: se c'è, qualcuno ce lo dica, perché forse ci è sfuggito; le nostre industrie, quelle che non chiudono, prendono la via dell'estero e l'intero Paese viene svenduto al miglior offerente; le nostre carceri scoppiano per la criminalità dilagante e l'unico rimedio pare essere quello di lasciare i delinquenti in libertà; il nostro popolo è sulla via dell'estinzione per politiche sociali fallimentari, ma può essere una fortuna, perché tra pochi decenni i suoi problemi si saranno estinti con lui; la famiglia tradizionale sembra dover essere dichiarata fuorilegge, perché "politicamente scorretta"; le famiglie (il termine si può ancora usare?) intanto sono allo sbando e i figli ne pagano le conseguenze, e potrei ancora proseguire, ma qui mi fermo per pietà e per mancanza di spazio. Un governo di questo genere, a mio parere, è la rovina dell'Italia, che sta trasformando in una terra di nessuno, non crea prospettive per una migliore qualità di vita, fa gli interessi dell’Europa dei banchieri e dei burocrati in continuità con il governo Monti, fa dell'Italia lo zerbino d'Europa e del mondo. Con i più cordiali saluti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog