Cerca

E ora viene il bello…..

Ora chi ha difeso caparbiamente la poltrona si prenderà anche la responsabilità di ciò che non farà questo governo:pensare che adesso faccia ciò che ha promesso ma non fatto sinora,tagliare la spesa pubblica e le tasse,riforma elettorale,mi sembra un’utopia.Berlusconi ha dimostrato di non sostenere più il governo nella sostanza,anche se ufficialmente ne è ancora partecipe;lui quindi starà sulla riva del fiume ad aspettar passare i cadaveri di questo governino,ancora più in fibrillazione di prima,con le stesse problematiche ma con maggiori pressioni sulle spalle.Tutto ciò che andrà male sarà a vantaggio di Berlusconi,perché potrà dire:"io avevo staccato la spina".Questo governo era nato come quello delle larghe “intese” e si è trasformato nelle larghe “imboscate”:una parte trama contro l’altra per lasciarli il cerino in mano,realizzare una parte del programma altrui significa una sconfitta propria,cosa si voglia cercare di costruire in simili condizioni non si sa,e ora spuntano anche i “lunghi coltelli” all'interno delle stesse coalizioni di governo. Se all'inizio della legislatura era l’unica soluzione possibile e quindi era giusto tentare di governare insieme,ora tutto ciò non è più possibile.La stabilità così tanto sbandierata non esiste,è solo un ipocrisia raccontata che serve ad ognuno degli attori in causa per ottenere i propri interessi di parte,ma per l’Italia e gli italiani sarà la solita fregatura:le riforme non ci saranno e le tasse aumenteranno come sempre. Il voto,hanno ragione tutte le opposizioni e Berlusconi,è l’unica via d’uscita,ma Napolitano non lo concederà mai perché anche lui,ormai, è parte del teatrino….

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog