Cerca

Uno "Stato" d'assedio

Caro Direttore buongiorno, dopo 18 anni da dipendente ed avendo ricoperto le massime cariche in aziende leader mondiali nel mio settore ho deciso, due anni fa, di intraprendere la strada dell'imprenditoria. Sono stati due anni difficili indubbiamente, era in preventivo che l'avviamento sarebbe stata una fase delicata e di combattimenti sul mercato ma ad oggi sono riconosciuto come il produttore per eccellenza di materiali ad alte prestazioni. Pur avendo dimostrato di saper fare ed aver raggiunto la massima qualità mi trovo ad oggi a dover mettere in liquidazione la società o svenderla per incapacità finanziaria, vanificando gli sforzi per raggiungere i più alti livelli. Mi domando quale siano i presupposti per fare impresa oggi in Italia, le banche ti chiedono soldi per finanziarti, i finanziamenti europei sono accessibili esclusivamente a chi ha alle spalle grossi capitali in grado di supportare le lungaggini burocratiche, la regione idem e se esistono degli incentivi statali devi seguire un'iter che ti porterà a mesi e mesi di attese. Avrei voluto assumere ed incrementare la produzione ma il costo dei tributi rende impossibile per una giovane azienda incrementare il personale, ti troveresti ad istruire persone ovviamente improduttive o quasi per mesi pur dovendo far fronte al costo impressionante e tagliandoti fuori dai prezzi di mercato. La parte demotivante rimane che qualsiasi cosa tu sia in grado di produrre sei e rimarrai sempre solo e davanti a qualsiasi richiesta ti trovi di fronte il dipendente statale che ti rimanda ad un'altro ufficio di competenza o ti risponde "Le faremo sapere...". Ho girato il mondo per lavoro ed ho visto molte realtà differenti ma nessuna ha mai dimostrato tanta indifferenza nei confronti del cittadino eppure, quando ho servito la Patria con il fucile a tracolla per difendere il mio paese l'ho fatto con orgoglio ed ho portato la NOSTRA bandiera, quella di tutti gli Italiani, politici compresi. Voglia prendere spunto da questo sfogo per dar voce alle centinaia di soggetti capaci di fare impresa ma inesperti nell'arte della guerra perché la realtà é un'impresa sotto Assedio dello Stato. Con la massima stima la ringrazio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog