Cerca

Gran Bretagna e stranieri che delinquono (Crooks)

Egr. Direttore Belpietro è di questi giorni, in Inghilterra, una interrogazione parlamentare e proteste perché nell'ultimo anno le espulsioni degli stranieri che hanno delinquito, che là chiamano “crooks”, (non “fratelli” perché i delinquenti non sono fratelli di nessuno, magari della Kyenge, Boldrini o di Papa Francesco), l'anno precedente erano state oltre cinquemila e l'anno in considerazione il 14% in meno. I criminali vengono cacciati senza tante manfrine, non mantenuti e protetti come in Italia. La cronaca insegna, tutti i santi giorni italiani innocenti muoiono o vengono aggrediti, derubati o violentati dai “fratelli” dell'est, del sud e dell'ovest, e chi osa protestare viene messo alla gogna come razzista. Noi non siamo razzisti è questa gente (e qui purtroppo arriva solo il peggio del peggio, basti pensare a cosa abbiamo importato da Albania, Romania, ecc) che viene “incoraggiata” a lasciare i loro paesi per l'Italia, siamo solo noi fresconi e boccaloni che accettiamo di tutto, anzi se non ricordo male gli albanesi andavamo addirittura noi a prenderli per portarceli a casa nostra, cose da pazzi. Se facessimo come l'Inghilterra legittimamente fa ci troveremmo tutta la UE addosso; è mai tollerabile che i politici italiani siano tanto incapaci e negligenti?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog