Cerca

ACCERCHIATO MA NON DOMO

Il dispiacere che stiamo provando accanto al nostro amato Presidente Berlusconi è così grande che possiamo immaginare quali momenti tristi stia vivendo lui stesso. Spero solo che possa arrivargli l’intensità dell’affetto che tanti di noi provano e che questo possa sollevarlo almeno un po’. Sta subendo una ingiustizia di gravità inaudita, proprio perché provocata da chi dovrebbe amministrare la giustizia con imparzialità. Certamente preoccupa il vivere in un Paese in cui non vi è certezza dei diritti fondamentali dell’ uomo che possono, in qualunque momento, essere calpestati da una magistratura malata. Ma io sono convinta che nel giudizio di revisione, benché affidato anch’ esso a giudici, la sentenza sarà annullata, perché vi sono tutti i presupposti giuridici per l’annullamento. La grandezza dell’uomo si vede proprio in questi momenti, accerchiato ma non domo, d’ altronde l’umanità malvagia è sempre esistita se pensiamo che Gesù Cristo è stato crocifisso. FORZA PRESIDENTE LA SOSTERREMO SEMPRE. Eleonora

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog