Cerca

Alfano come Fini

Gentile direttore, Alfano somiglia a Fini. Parlatore implacabile nei talk show, sempre molto preparato e impossibile da cogliere in fallo. Gli manca però la visione d'insieme. Non riesce a vedere aldilà del suo naso. Proprio come il suo predecessore, è stato così stupido da non capire che gli elettori di destra non amano i traditori. Fini aveva una sua storia politica, era stato con Almirante nell'MSI, l'alleanza con FI, la trasformazione in AN e il suo tradimento era arrivato dopo una lunga serie di segnali inequivocabili tali che nessuno se ne era stupito più di tanto. Per Alfano è diverso e più grave. E' una creatura di Berlusconi, imperfetta e acerba. Bravo ma non troppo astuto. Preparato ma incapace di trarre conclusioni. Non è una cima. E infatti non ha ancora capito di essere finito. Non so quanto valga ora ma il suo Pdl varrà presto quanto Futuro e Libertà in altre parole percentuali da defibrillatore. Avrà trovato il tempo,tra un tradimento e l'altro, di leggere i commenti dei lettori di Libero e Il Giornale, quello di Sallusti, una delle teste che dall'alto del suo delirio di onnipotenza vorrebbe ''far saltare'' come nelle spy story americane e si sarà accorto che -per usare un eufemismo- non lo vogliamo più. Non fa più parte della destra. E allora meglio per lui cominciare a fare le valige per trasferirsi da Fini. Ad accomunarli c'è la mancanza del fottuto quid. Un saluto Giorgio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog