Cerca

e mò chi ve'o dice der ponte?

Direttore, siamo arrivati al famoso punto di non ritorno, cosa ampiamente prevedibile e prevista già da qualche anno, purtroppo, ma alla fine chi è causa del suo mal, pianga se stesso, altro che parlare di umiliazioni e simili, se l'è cercata e basta. Mi sovviene la scena del film La Grande Guerra con Sordi e Gasmann, quando alla fine Gasmann in un rigurgito di patriottismo ben celato fino a quel momento dice : Mi te disi proprio un bel nient! E viene fucilato. E di sopra Sordi che vede la scena dalla finestra che si fa in quattro per evitare la morte : E mò che ve'o dice der ponte, io non so gnente, io sò vigliacco....! BUM. Siamo a quel punto. Eliminati i nostri eroi, tipica fotografia dell'esser Italico , siamo all'anno zero. Dov'è una persona di carisma, equilibrio, onestà e capacità nelle nostre file? Ci vorrà davvero il lanternino. A parte oche starnazzanti e semiinquisiti coi capelli candidi e altri blateratori, sinceramente non vedo molta scelta. Che Dio ce la mandi buona, nessuno ci dirà dov'è il ponte per passare nella nuova strada, nel nuovo Paese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog